L’apparecchio fisso multi-brackets è molto utilizzato in ortodonzia, diffuso soprattutto tra gli adolescenti, per due motivi fondamentali:

  1. permette di controllo completo della posizione e dello spostamento dei denti;
  2. essendo fisso, richiede meno collaborazione di un apparecchio removibile;

Esistono due tecniche per montare l’apparecchio fisso: una diretta, l’altra indiretta. La più diffusa è la tecnica diretta che consiste nel posizionare i singoli brackets, uno alla volta sul singolo dente direttamente in bocca; mentre quella indiretta prevede il posizionamento di tutti brackets prima sul modello del paziente per poi essere trasferiti tutti insieme nella bocca del paziente. Di seguito vengono riportati i principali vantaggi della tecnica indiretta per il montaggio dell’apparecchio ortodontico fisso:

  1. tempi alla poltrona ridotti: i tempi richiesti durante i quali il paziente deve rimanere con la bocca aperta si riducono significativamente, con ovvi vantaggi sul confort del paziente.
  2. maggiore precisione nella posizione dell’apparecchio, per una terapia più confortevole ed efficiente.

Inoltre, con l’avvento dello scanner intra-orale per l’impronta digitale, il posizionamento dei brackets sul modello digitale ha aumentato la possibilità di precisione con tecnica indiretta, anche per la tecnica descritta dal Dr Ciuffolo nel 2012, enfatizzando i vantaggi sopra descritti.

Se questo articolo ha stimolato delle curiosità o la necessità di maggiori informazioni è possibile richiedere dei chiarimenti al seguente indirizzo: fabio@studiociuffoloferritto.it

1. Ciuffolo F, Tenisci N, Pollutri L. Modified bonding technique for a standardized and effective indirect bonding procedure. Am J Orthod Dentofacial Orthop. 2012; 141: 504-9.