Immagina di non poter più mangiare dolci e caramelle o bere energy drink e succhi di frutta : sarebbe davvero difficile dover rinunciare a tutto questo.

Lo zucchero non è di certo un alleato della nostra salute, ma basta un po’ di impegno per limitarne l’uso e i danni.

Zucchero e salute

Gli studi dell’Oms hanno confermato che il consumo eccessivo di zucchero è causa di una serie di problemi, anche seri.

  • Che faccia venire la carie lo sappiamo sin da piccoli: infatti l’80% della prevenzione si potrebbe raggiungere mangiando meno dolci e caramelle, oltre che praticando una buona igiene orale.
  • Sicuramente, poi, causa problemi di peso: questo accade proprio perché questo elemento crea una vera e propria dipendenza.
  • E l’obesità, a sua volta, favorisce forme di diabete e malattie cardiovascolari.

Quali cibi contengono zuccheri?

Le bevande zuccherate: té, coca cola, energy drink, succhi di frutta. Sono tutti prodotti pieni di zuccheri “nascosti”, che non riescono a soddisfare neanche il nostro senso di sazietà.

La soluzione migliore potrebbe sembrare quella di optare per i prodotti light, ma questi non sono una buona alternativa: hanno un gusto dolce, il cui effetto alla fine è quello di stimolarci comunque a mangiare di più.

Ma quanto zucchero possiamo mangiare al giorno?

Secondo l’Oms, la dose giusta consigliata non deve superare i 5 cucchiaini, ovvero 25 gr, sia per bambini che per adulti.

In questa dose rientra il comune zucchero da tavola, quello aggiunto ai cibi, snack e bevande, ma anche miele, sciroppi, farmaci omeopatici, succhi di frutta e marmellate.

Allora come contare i cucchiaini, visto che lo zucchero è nascosto?

Impariamo a leggere le etichette, sotto la voce carboidrati, oppure a scorrere con attenzione gli ingredienti. Dove si legge saccarosio, zucchero di canna, sciroppo di glucosio, fruttosio, maltosio, amido e destrine, lì si nasconde il nostro “nemico”.

Numeri e raccomandazioni

Secondo i dati INRAN, nel 2005-2006, in Italia, il consumo di zuccheri al giorno, ammontava a 82,5 gr per gli adulti e 96,8 gr per i bambini. Anche il Corriere si è occupato dell’argomento con un approfondimento condotto da Milena Gabanelli e Silvia Turin, che puoi leggere qui.

Per quel che riguarda i più piccoli c’è il dato del Ministero della Salute: nel 2016 il 35% dei bambini ha consumato bevande zuccherate quotidianamente.

Attenzione allora all’assunzione di questi cibi nei giovanissimi:

  • per i bambini sotto i due anni non utilizzare alimenti zuccherati;
  • per gli adolescenti opta per una sola bevanda zuccherata alla settimana.

Condividi questo articolo con le tue amiche mamme!