Visita specialistica

Perché la consulenza specialistica ortodontica nel bambino e nell’adulto

Perché le variabili che influenzano l’insorgenza delle malocclusioni e la cura delle stesse sono numerose. Pertanto il processo diagnostico-terapeutico necessita di un approccio specifico del problema. Questo processo viene chiamato studio del caso e si intende il ragionamento che porta alla decisione finale sulle proposte di terapia specifiche per quel paziente. In effetti, Il momento della diagnosi è quello più importante in quanto vengono costruite le basi per tutto il piano terapeutico. Questo processo logico per la formulazione della diagnosi e del conseguente piano di trattamento in ortognatodonzia avviene attraverso la visita specialistica, la raccolta dell’imaging e dei modelli studio, l’elaborazione dei dati e visualizzazione degli obiettivi di trattamento, la presentazione del caso agli interessati.

Cosa si valuta durante la visita specialistica in Ortognatodonzia nel bambino e nell’adulto

Durante la visita specialistica che avviene solitamente in un incontro dedicato vengono raccolte tutte le informazioni utili sull’esistenza di abitudini viziate (deglutizione atipica, postura della lingua bassa, respirazione orale, mordersi le labbra, succhiarsi il dito, mangiarsi le unghie, mordicchiare le penne, etc.), di parafunzioni masticatorie (bruxismo, digrignamento, serramento dentale, qualità del sonno) e di familiarità della malocclusione. Inoltre, vengono esaminati la muscolatura, le articolazioni temporomandibolari, l’apertura e la chiusura della bocca, la simmetria del volto, della dentatura, l’occlusione dentale, la sua stabilità, la salute di denti, delle gengive e delle mucose. Infine se non possono essere eseguite nello studio, vengono richieste le radiografie di base per la diagnosi ortognatodontica.