Studio del caso

Cosa avviene nell’incontro per la raccolta dell’imaging e dei modelli studio

Dopo la visita specialistica vengono eseguite le fotografie del volto, della bocca e vengono raccolti gli esami radiografici necessari di primo livello (la panoramica e la teleradiografia latero-laterale) ed i modelli studio della bocca. La panoramica serve per la diagnosi della formula dentaria e per valutare la presenza di segni radiografici che possono indicare delle anomalie, mentre la teleradiografia latero-laterale per misurare nella successiva fase di elaborazione le caratteristiche verticali e sagittali del profilo e la relazione tra i denti e le ossa mascellari. I modelli della bocca vengono sviluppati per misurare le caratteristiche sagittali, verticali, trasversali e delle singole arcate. Attualmente la tecnologia digitale mette a disposizione delle macchine radiografiche a basso dosaggio per una maggiore radio-protezione e degli scanner intra-orali per bypassare le impronte dentali tradizionali nei casi con particolari difficoltà. Ovviamente, i primi due appuntamenti potrebbero essere racchiusi in un incontro se il paziente è già in possesso delle radiografie o se lo studio è dotato della Radiologia.

Cosa avviene durante lo studio del caso

Avviene l’analisi dei dati clinici, lo studio delle fotografie e dei modelli, viene eseguita l’analisi cefalometrica e l’esame della panoramica, tutto questo per visualizzare gli obiettivi di trattamento e tracciare il percorso per raggiungerli. In altre parole viene deciso cosa fare, le apparecchiature da utilizzare e quando cominciare. Questo può avvenire anche con l’ausilio di software specifici e tecniche specialistiche, manuali o digitali e solitamente avviene in un tempo appositamente dedicato dal professionista, fuori dalle ore di lavoro clinico, chiamato studio del caso.

Cosa avviene durante la presentazione del caso

È la seduta durante la quale il piano di trattamento, deciso attraverso il percorso diagnostico descritto, viene presentato al paziente ed a tutta la sua famiglia (nel caso di minori), e vengono spiegati i motivi e gli obiettivi della terapia stessa. In questa seduta vengono fornite anche le informazioni sugli apparecchi utilizzati, sulla collaborazione necessaria e sulle variabili che influenzano l’andamento della terapia (prognosi). In particolari condizioni ed in seguito a richieste particolari, dettate ad esempio dalla lontananza, tutto il processo diagnostico descritto potrebbe avvenire anche in un intero pomeriggio.