Ci capita spesso, durante le istruzioni di igiene orale, che i genitori dei nostri piccoli pazienti rimangano stupiti quando consigliamo loro di passare il filo interdentale ai propri figli.

– Dottore/ssa ma davvero si passa il filo così da piccolini?
– Ma i denti da latte non sono larghi tra loro?
– Ma non gli farò male?

Sono queste le domande più frequenti che ci pongono, con non poca preoccupazione, le mamme e i papà.

Ebbene sì, il filo interdentale andrebbe passato già in tenera età!
In questo articolo scoprirai i motivi principali per cui quest’azione risulta essenziale per preservare la salute della bocca dei tuoi figli.

Riduce il rischio di carie interdentali

La permanenza della placca batterica tra i denti è la principale causa di carie interdentale, associata ad una frequenza e qualità errata di alimentazione.

Nei bambini piccoli, con ancora i denti da latte, il passaggio del filo interdentale risulta fondamentale almeno tra gli ultimi molaretti, lì dove lo spazio è ristretto.

È importante sapere che la camera pulpare dei denti decidui, ovvero il cuore del dente, è molto più ampia rispetto a quella dei permanenti: questo è il principale motivo per cui nei bambini la carie facilmente arriva in polpa, potendo causare anche fastidiosissimi segni e sintomi come ascessi e dolore. Inoltre, la distruzione delle pareti dei denti da latte comporta anche la perdita di spazio dell’arcata per l’eruzione del rispettivo permanente.

Permette un’ottima salute gengivale

Con salute gengivale si intende il tipico aspetto di una gengiva rosea, lineare, indolente e non sanguinante!

Non basta soltanto spazzolare i denti con la corretta tecnica, ci sono zone in cui le setole dello spazzolino non riescono a penetrare ed è qui che ci viene in aiuto il filo, che rimuove i depositi di placca e permette di far “respirare” le gengive.

L’uso di questo strumento non dovrebbe far male, come molti pensano, e non è colpa del filo se le gengive sanguinano: quando si inizia ad utilizzarlo potrebbe essere fastidioso proprio perché vi è un’infiammazione gengivale ma, con il passare del tempo, le gengive dei tuoi figli ti ringrazieranno!

Previene l’alitosi

Lo stazionarsi di depositi di cibo tra un dente ed un altro sicuramente non aiuta ad avere un gradevole odore della bocca.

Pensa a quando si dimentica del cibo avariato nel frigorifero: nel momento in cui lo apriamo fuoriesce un cattivissimo odore. Più o meno nella bocca dei tuoi piccoli può succedere la stessa cosa!

Consente l’instaurarsi di una buona abitudine

Iniziare a passare il filo già nei primi anni di vita permette al bambino di considerare quest’azione come una sua abitudine quotidiana, così come andare a scuola, fare la doccia, lavarsi i denti etc.

Tutti noi sappiamo come sia difficile variare le proprie abitudini in età adulta, a meno che non ci sia una forte motivazione che ci spinge; al contrario, da piccoli, far nostra una consuetudine è più semplice, soprattutto se i genitori fanno da esempio!

Aiuta il bambino a “Crescere in salute”

Per tutti i validi motivi elencati, si può affermare che questa pratica, se diventa routine, aiuta a crescere in salute i tuoi figli: perché non dovranno recarsi dal dentista per curare i denti, ma solo per semplici controlli; perché saranno felici di ridere con i loro amichetti, senza aver timore di avere un brutto sorriso o un alito sgradevole; perché avranno assunto un’ottima abitudine, purtroppo ancora poco praticata, che manterranno per tutta la vita.

Dott.ssa Adriana Elefante
Igienista dentale

Per scoprire quali sono le altre buone pratiche di igiene orale per Crescere in Salute, consulta la sezione Denti puliti del nostro Blog!